Montenero Sabino (RI)
Bellezze del Roma Club Montenero alla partita Roma Chievo anno 2014
Pranzo Trattoria "La Quercia" Giugno 2011
Pranzo Agriturismo "i Filari" Giugno 2012
Gemellaggio con R.C.Fonte Laurentina al Ristorante "da Persi" Aprile 2008
Cena al ristorante "da Regina" MAggio 2008
Cena con Carlo "The voice" Zampa Marzo 2007
Un saluto ad Enrico Iorio
Piccoli tifosi
Pranzo Trattoria "La Quercia" Giugno 2010
Stadio Olimpico Roma vs Atalanta anno 2010
Trasferta Cesena vs Roma anno 2011
Trasferta Fiorentina vs Roma anno 2011
Trasferta Parma vs Roma anno 2010
Trasferta Udinese vs Roma anno 2011
Roma Club Montenero Sabino su Rete Sport
Piccoli tifosi
Il Capitano

Se pensi che il sito sia di tuo gradimento clicca su mi piace

CLASSIFICA

SQUADRA PT G
1logo squadraInter3714
2logo squadraJuventus3614
3logo squadraLazio3014
4logo squadraCagliari2814
5logo squadraRoma2814
6logo squadraAtalanta2514
7logo squadraNapoli2014
8logo squadraParma1814
9logo squadraVerona1814
10logo squadraMilan1714
11logo squadraTorino1714
12logo squadraFiorentina1614
13logo squadraBologna1614
14logo squadraSassuolo1413
15logo squadraLecce1414
16logo squadraUdinese1414
17logo squadraSampdoria1214
18logo squadraGenoa1014
19logo squadraSpal914
20logo squadraBrescia713

Classifica completa->>

Login

 

Valid XHTML 1.0 Transitional

CSS Valido!

DOVE SIAMO

Castrum Montis Nigri, l'attuale Montenero, è un piccolo comune della provincia di Rieti; situato su un costone dei Monti Sabini e racchiuso tra i torrenti Riella e Petraro. Si ritiene che il nome Montenero possa derivare, oltre che dai folti e oscuri boschi che lo circondano (soprattutto lecci e querce), anche dalla presenza, nel territorio, della "pietra nera" o "pietra focaia" che in passato fu ampiamente sfruttata. Già nella preistoria, infatti, essa era utilizzata nell'industria litica, per la realizzazione di strumenti da taglio e da lavoro. La "pietra focaia" fu utilizzata, poi, fino agli inizi del 900 per la fabbricazione di acciarini e armi da fuoco (soprattutto durante il predominio dello Stato Pontificio). L'aspetto dell'abitato, pittoresco per la sua struttura a spina di pesce, è costituito da una doppia fila di case intervallate da angusti vicoli e disposte ai lati di un'unica strada, l'attuale Via Roma, che collega le due estremità del borgo, la Chiesa in basso e la poderosa mole del Castello in alto. L'agglomerato è immerso in un paesaggio dal sapore antico, in cui la presenza dell'uomo non è invadente e si può godere del benessere che donano ettari e ettari di montagne ricoperte di coltre boschiva; un territorio intatto di particolare suggestione naturalistica. A tal proposito va ricordato che, a 2 km dal paese è sorta, ad opera della V Comunità Montana, un'azienda Faunistica per l'allevamento di cervi e daini, che si inquadra in un progetto di ripristino dell'ambiente naturale e di recupero della fauna selvatica.


Visualizzazione ingrandita della mappa

I più antichi documenti provenienti dall'Abbazia di Farfa, in cui viene menzionato il Castrum Montis Nigri, risalgono al secolo XI (1023) e già nel 1085 esisteva il Castello di Montenero che fu donato da un tal Cencio all'Abbazia di Farfa. Più tardi numerose famiglie si avvicendarono nel possesso del Castello e del territorio di Montenero. Nel IV secolo passò agli Orsini, in seguito appartenne ai Mareri, quindi ai Mattei e infine nel XVIII secolo ai Vincentini di Rieti che rinunciarono ai diritti feudali su Montenero.

sponsor

ROMA CLUB MONTENERO SABINO - Via Roma 58, 02040 Montenero Sabino (RI)

Tel. Cell. 338.6368652- e-mail info@romaclubmontenerosabino.it

Webengineer Andrea De Angelis